Cavitazione estetica

Cavitazione estetica e radiofrequenza per il ringiovanimento come funzionano

Parlandodonna di medicina estetica non tutti i trattamenti sono invasivi, non si tratta sempre e solo di operazioni chirurgiche. Conosciamo il lifting del viso, la liposuzione, tecniche di modellamento del corpo che prevedono l’utilizzo del bisturi.

Esistono però trattamenti che usano macchinari che possono aiutare a migliorare l’aspetto fisico. Laser frazionato, radiofrequenza, cavitazione, sono tutte nuove tecnologie che vengono utilizzate dai chirurghi estetici. A cosa servono? Come ci possono aiutare. Andiamo per ordine.

La cavitazione estetica per rimuovere il grasso in eccesso

quando si tratta di combattere l’accumulo di adipe localizzato in alcune parti del corpo, si ricorre alla cavitazione.pancia Può essere utilizzata per rimuovere grasso su cosce, glutei, addome, fianchi, braccia e collo. Attenzione a distinguere la cavitazione estetica da quella medica. Nel primo caso è un trattamento molto blando che può essere effettuato anche da un estetista, si agisce solo sull’ epidermide e non si va a lavorare in profondità, a livello del derma. I risultati non sono gli stessi.

La cavitazione medica può farla solo un medico. La differenza è nell’ uso di macchinari con onde sonore in bassa frequenza che agiscono in profondità. La cavitazione infatti utilizza onde sonore che creano calore termico in grado di rompere gli adipociti, cellule grasse. Una volta “esplose” rilasciano liquido interstiziale che viene espulso tramite diuresi. La cavitazione medica non è scevra da rischi, essendo comunque considerata un intervento invasivo. In Francia è stata addirittura bandita. Gli effetti collaterali vanno da blandi edemi e lividi sulla pelle a cose più importanti come necrosi dei tessuti.

Maggiori informazioni: http://www.celluliteitalia.com/la-cavitazione-estetica/

Radiofrequenza

vengono usate , in questo caso, delle onde elettromagnetiche generate da un manipolo che può essere monopolare o bipolare. Le onde, agendo in profondità, riescono a stimolare la produzione di collagene ed elastina, responsabili del tono e dell’ elasticità della pelle. La radiofrequenza può quindi essere usata per riparare cicatrici, per ridurre rughe e segni del tempo. Può essere utilizzata anche per combattere inestetismi quale cellulite e pelle a buccia d’arancio. Anche in questo caso ci sono differenza nella radio frequenza. Quella che può essere usata nei centri estetici non può superare frequenze tra i 400  e 1500 Mhz. Ogni seduta di radiofrequenza ha un costo compreso tra 50 e 100 euro.

Laser frazionato IPL

il laser lo conosciamo un po’ tutti, le sue applicazioni sono svariate. Nel campo medico estetico trova applicazione in moltissimi trattamenti. Si chiama laser frazionato a luce pulsata, IPL, ed è molto utile anche in questo caso per migliorare l’aspetto della pelle. Quindi molto utile per riparare danni causati da acne, eccessiva esposizione solare, rughe di invecchiamento. Usato anche per rimuovere in via definitiva i peli, epilazione laser, vedi in proposito questo studio americano: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2921762/

I vantaggi del laser IPL rispetto al laser sta nel fatto che PERMETTE di trattare aree più ampie, con maggiore sicurezza, versatilità e velocità di lavoro. Le caratteristiche tecniche specifiche del laser usato cambiano in base al modello e al produttore ma, sostanzialmente, la luce pulsata è costituita da un accumulatore energetico e una speciale lampada xeno e di un’ottica speciale che produce un fascio di luce molto intenso che illumina la zona da trattare.

Leave a Reply