Dolore alla spalla

Dolore alla spalla sinistra o destra, cause e sintomi

Chissà quanti di noi soffrono o hanno sofferto almeno una volta a causa di dolori prolungati alla spalla, che  non solo ci limitano nei movimenti ma non ci permettono neppure di riposare in modo adeguato. La spalla è l’articolazione più mobile del nostro corpo e proprio per questo motivo è quella più esposta a  rischi. Dobbiamo ricordare che essendo un complesso osteo-muscolare è soggetta a infiammazioni e strappi. La spalla infatti è composta da tre ossa:la scapola, l’omero e la clavicola che sono collegate tra di  loro attraverso muscoli, tendini e legamenti.

Numerose sono le cause di questa patologia. L’artrite che consiste in una graduale riduzione dello spessore  delle articolazioni e della cartilagine,la sindrome della spalla fredda o congelata che comporta  un’importante diminuzione del movimento della nostra spalla,tanto che alzare il braccio oltre la testa  risulta impossibile. La borsite,che colpisce soprattutto atleti che sforzano ripetutamente questa articolazione , consiste nell’infiammazione della borsa subacromiale che ha la funzione di diminuire l’attrito  durante il movimento e salvaguarda pertanto tendini e muscoli. Alcune tra le più comuni patologie del  dolore alla spalla sono le infiammazioni dei tendini,le fratture e le dislocazioni.

Una terapia adeguata comprende necessariamente l’aiuto di un medico,ma per alleviare il dolore è  possibile applicare direttamente sulla zona sofferente un tampone caldo per almeno venti minuti al  giorno,questo favorirà la circolazione del sangue. Dobbiamo inoltre evitare di sforzare la spalla e il braccio per almeno tre settimane e se possibile rivolgerci  ad un fisioterapista. Se nonostante tutto non si hanno risultati è necessario affidarsi ad un medico esperto  che potrà prescriverci antinfiammatori o in casi più gravi iniezioni. Sappiate comunque che la chirurgia  rimarrà solo l’ultima opzione.

Leave a Reply