Gravidanza e problemi intestinali

Gravidanza e problemi intestinali e apparato digerente, il reflusso secrezione e il bruciore

In gravidanza sono tantissime le variazioni del funzionamento dell’apparato gastro-intestinale. A partire dal classico aumento dell’appetito e della sete,possiamo riscontrare un aumento del reflusso  gastro-esofageo,una diminuzione della secrezione gastrica,una riduzione del tono e della motilità  dell’intestino tenue,un aumento dell’assorbimento dell’acqua con conseguente stipsi ecc ecc. I disturbi più frequenti sono però la pirosi e la nausea .La pirosi, consiste in un senso di bruciore retro  sternale che risale fino alla laringe. È bene in questi casi assumere una posizione semiseduta durante la  notte,fare piccoli pasti di frequente e non indossare abiti stretti e scomodi.

La nausea invece è spesso accompagnata da vomito e ipersalivazione. Questi disturbi sono causati dall’ HCG un ormone secreto dalla placenta,sono più forti nel primo trimestre e  diminuiscono col tempo,di solito dopo il terzo mese. Per ovviare a questi fastidiosi problemi è bene evitare di ingerire liquidi a stomaco vuoto,evitare di  mangiare cibi che non ci sono graditi,anche se ci fanno bene,possiamo poi ingerire cibi secchi come crakers  e biscotti, dobbiamo mangiare poco ma di frequente. Se la nausea è particolarmente intensa possiamo chiedere aiuto al nostro ginecologo che ci prescriverà farmaci antinausea. Altri disturbi che possono presentarsi durante la gravidanza sono la stitichezza e le emorroidi,in entrambi i  casi dobbiamo aumentare il consumo di frutta e verdura,evitare i cibi piccanti,aumentare il consumo di liquidi,fare più moto. Per le emorroidi è anche consigliato mettere in atto una strategia a base di creme e unguenti, l’importante è  come sempre rivolgersi ad un medico.

Leave a Reply