Salute delle articolazioni

Malattie e salute delle articolazioni

Guardando un individuo che si regge in piedi da solo, a volte ci chiediamo per quale strana legge della natura riesce a camminare e a muoversi senza doversi reggere a qualcosa. Ebbene si, il nostro corpo all’interno ha un sistema assai complesso che permette lo svolgimento di tutte le funzioni naturali, e all’esterno non lascia trasparire nulla che faccia intendere questo. Riusciamo quindi a muoverci grazie alle articolazioni, giunture che collegano le ossa l’una con l’altra e fanno si’ che il nostro scheletro compia movimenti in diverse posizioni; onde evitare poi che ci sia attrito tra le ossa che formano le articolazioni, esse sono lubrificate dal liquido sinoviale che riveste come una sottile pellicola la cavità articolare. A seconda poi del tipo di movimento che le articolazioni sono chiamate a svolgere si classificano in tre diverse categorie: mobili, semimobili, fisse.

 Le prime consentono liberi movimenti in una o più direzioni, le seconde consentono movimenti limitati, e le terze non consentono affatto movimento. Per evitare che un’articolazione non venga usurata nel tempo e quindi per preservarne la salute occorre evitare di esercitare sport che mettano a dura prova i nostri legamenti, evitare che si formino depositi di calcio tra una giuntura e l’altra che stimola la crescita del tessuto connettivo, facendoci diventare rigidi, bisogna evitare movimenti ripetitivi che sforzano sempre lo stesso muscolo, ed alternarli con esercizi moderati e non traumatici che facciano essere attivi tutti i componenti muscolari e articolari, senza incidere su uno in particolare per potenziarlo; è necessario inoltre che ci sia sempre un adeguato valore di calcio che fortifica le ossa e di magnesio che aiuta i movimenti muscolari; occorre inoltre che il liquido sinoviale, che riempie la cavità articolare sia sempre presente con valori di ph regolari; ed infine è necessario alimentare le articolazioni con specifiche proteine dette aminoacido collageni. Qualora invece, non si riesca a tutelare la salute delle articolazioni ed essa quindi viene minata, ed esempio dall’obesità con ripercussioni specie sulle ginocchia, da traumi e danni articolari ripetitivi, da incidenti o attività correlate alle attività lavorative, dalla stessa usura delle articolazioni, dalla postura sbagliata, si va incontro a delle vere e proprie malattie quali: artrite, artrosi, osteoporosi, reumatismo. Per artrite s’intende un’infiammazione a livello articolare che si manifesta con dolori, rigidità, ingrossamento delle articolazioni, scricchiolii, calore, rossore e colpisce soprattutto il collo, la colonna vertebrale, le ginocchia, l’anca, il piede, le dita. Le cause più comuni sono infettive, meccanismi autoimmuni, depositi di microcristalli, altre malattie sistemiche non infettive. Come trattamenti curativi sono indicati: l’utilizzo di antibiotici, antinfiammatori, antimicrobici, la ginnastica, massaggi, dieta e fisioterapia. L’artrosi, invece è una degenerazione della cartilagine, ossia del tessuto bianco resistente ed elastico che fa da cuscinetto ammortizzatore , in grado di resistere a pressioni e trazioni alle quali vengono sottoposte le ossa. Colpisce principalmente persone di una certa età e le articolazioni interessate maggiormente sono anca, ginocchio e vertebre; può essere causata da fattori genetici o da traumi, malattie reumatiche e porta a rallentare le funzioni con conseguente dolore. E’ consigliabile riposo, alimentazione corretta, evitare il freddo intenso. I reumatismi interessano, invece i muscoli delle articolazioni, si possono manifestare in forme più o meno gravi, colpiscono in età avanzata, comportano stati febbrili, orticaria e altri disturbi; con cure adeguate si risolve, a meno che non diventa malattia cronica. L’osteoporosi, è una malattia dello scheletro caratterizzata da diminuzione della massa e modifica della microarchitettura delle ossa; col tempo porta a schiacciare e a deformare le articolazioni. Per cercare di rallentare il processo, si deve assumere calcio, altri medicinali come estrogeni, androgeni, calcitonina e floruri. Comunque per cercare di evitare le malattie e le degenerazioni delle articolazioni, dobbiamo pur sempre prevenire attraverso un’attività fisica adeguata ed un’alimentazione equilibrata; solo facendo così potremmo ovviare a lenti processi di natura articolare. Non bisogna strafare ,anche una quotidiana passeggiata, può rappresentare una potente medicina contro i problemi e i dolori articolari.

Leave a Reply